Raccont@rzere

La serata finale è stata spostata per problemi organizzativi e molto probabilmente si svolgerà il 31 maggio.
Al più presto verranno pubblicate informazioni dettagliate.

Cari genitori,

nell’ambito del Concorso di prosa Raccont@rzere stiamo raccogliendo la disponibilità dei genitori a far parte della Giuria. Chi fosse interessato può inviare, entro il 28 febbraio 2019, una mail a cgvigodarzere@gmail.com per confermare la propria disponibilità.

Vi comunichiamo le date dei due incontri formativi per gli alunni:

13/03 “Sogni e speranze al di qua e al di là delle barriere” condotto dal prof. Vincenzo Di Ienno.

20/03 “Alla ricerca delle emozioni perdute” condotto dalla prof.ssa Emanuela De Rossi.

Gli incontri si svolgeranno presso la scuola Moroni dalle 13:30 alle 15:00. Gli alunni potranno rimanere a scuola portandosi da casa un pranzo al sacco. È garantita la sorveglianza da parte degli insegnanti.

Vogliamo infine segnalarvi che la data per la consegna dei racconti è stata prorogata al giorno 10 marzo.

Grazie per la collaborazione,

Il comitato organizzatore

Sono aperte le iscrizioni alla quarta edizione di Raccont@rzere, vi invitiamo a leggere il Regolamento e a seguire le indicazioni per l’invio del racconto come indicato alla pagina Iscrizione.
Il termine ultimo per la consegna è prorogato al 10 Marzo 2019.
Il tema di questa edizione è “OLTRE IL MURO”.


Raccont@arzere è un concorso letterario rivolto agli alunni che frequentano la Scuola Secondaria di Primo Grado e le classi quarta e quinta della Primaria residenti nel Comune di Vigodarzere e/o frequentanti l’Istituto Comprensivo di Vigodarzere che sentono il desiderio di cimentarsi nell’arte della scrittura attraverso la composizione di brevi racconti in prosa; è organizzato in collaborazione con il Comitato Genitori e alcuni docenti del territorio in qualità di volontari.

Nel corso degli anni è cresciuto negli adolescenti il desiderio di scrivere, di imparare a farlo e di veder valutati i propri scritti. Nell’era della comunicazione veloce, spesso mediata dai social-network, emerge infatti il bisogno di prendersi il tempo e lo spazio necessari per esprimere in maniera compiuta e non banale i pensieri, i vissuti personali e la propria fantasia.

Mostrare il proprio talento, dare un obbiettivo concreto alla passione per la lettura, mettere in pratica ciò che a scuola, con gli insegnanti, si studia e s’impara, fa di un concorso letterario come Raccont@rzere una significativa palestra per crescere umanamente e culturalmente.